Quante altre volte ancora?

E' triste questa immagine, ma quello che abbiamo visto Domenica sulla Colombo, davvero non lo vogliamo vedere MAI PIU'.
Così cadono i pini, si schiantano, spesso senza preavviso. Non serve che ci sia necessariamente una allerta meteo. Questo fa di loro una essenza arborea non adatta a essere collocata lungo le strade o vicino alle abitazioni. La loro presenza è devastante nel contesto urbano, richiede manutenzione costosissima e mai sufficiente. Il rischio rimane, sempre e comunque. Sono alberi, non è cemento armato. In quanti dovranno ancora pagare un errore di valutazione e progettazione fatto ormai svariate decine di anni fa? Alcuni di noi non erano ancora nati ndr Quanto successo Domenica non è purtroppo una novità, è drammatico e, ahimè, prevedibile. Ora serve una riflessione rapida e urgente perchè, ad esempio, solo nel nostro quartiere ci sono oltre la Colombo, altre situazioni rischiosissime: via di Castelporziano, la via dei Pescatori e l'asilo di via Agatarco... tanto per citarne solo alcuni. E di tragedie sfiorate ne possimo contare tantissime solo negli ultimi anni. L'abbattimento degli alberi è sempre una decisione dolorosa e impopolare, ma si possono trovare soluzioni che compensano la perdita dei vecchi alberi con nuove piantumazioni in zone limitrofe. Se ne deve parlare, serenamente, ma subito.